Staff
 
Ristorante Pizzeria La Sirenetta - Milano
Affi Kart Indoor
TOP FUEL RACING MILAN ARENA
Libreria dell'Automobile
BI KARTING - Circuito indoor-outdoor S.Giorgio in Bosco (PD)
Cremona Circuit - Circuito outdoor San Martino del Lago (CR)
Il tuo sogno in pista - Driver Experience
PG Corse - Pista Ronco Kart
javascript

Gran Premio di 
Vignate


Commenti
15 febbraio 2015, Ore 10.30, Vignate, finalmente si solleva la clér del campionato KartGP 2015.
Sono 31 i piloti pronti a scendere in pista per questo primo importantissimo appuntamento. Temperature basse attorno ai 6 gradi centigradi ed un’umidità del 100% causata dalla pioggia esterna alla TopFuel Racing Milan Arena, rendono arduo il compito per tutti i driver impegnati nel domare i kart su di una pista scivolosissima.

COMMENTO DIVISIONE 3

Fabio De Giuseppe, parte dalla prima casella della Divisione 3, seguito da Luca Cassani; in seconda fila: Geuecke, Guerriero; in terza fila: Cavicchio, Berti, in quarta fila: Dumon, Gallese; in quinta fila: Hollins, Fujii; in sesta fila: Celedi.
È proprio quest’ ultimo che azzecca uno stacco frizione al semaforo praticamente perfetto e guadagna ben quattro posizioni nel giro di due curve. Davanti intanto Fabio De Giuseppe non riesce ad avviare in maniera rapida il suo kart ed è subito costretto a proteggere la sua prima posizione da un Luca Cassani che scatta bene e subito va ad impensierire la leadership con un tentativo all’esterno della prima curva che però non va a buon fine.
Un paio di giri tranquilli e spunta Daniele Guerriero (Guerriero di nome e di fatto) che infila Luca Cassani e si getta all’inseguimento di Geuecke. Fase che dura molto poco, Guerriero si sbarazza di tutti ed inizia una progressione solitaria che porterà sino al termine della gara. Alle sue spalle comincia una bella lotta, corretta ma senza esclusione di colpi. Staccate e traversi infiniti portano Luca Cassani a guadagnare la seconda piazza finale ai danni del tedesco Geuecke che transita terzo con un distacco di 1.8 secondi. Giovanni Berti giunge quarto al traguardo distante 37 secondi dall’ultimo gradino del podio. A seguire Cavicchio che conferma la posizione delle qualifiche e gira su tempi costanti, Fabio De Giuseppe che partito dalla prima posizione viene risucchiato dal gruppone durante la prima metà di gara e giunge sesto al traguardo seguito da dall’Argentino Dumon e dall’Americano Anthony Gallese. Distaccato di due giri troviamo il pilota Giapponese Fujii che chiude 9°, La pilotessa Americana Hollins chiude 10° e Celedi che aveva affrontato una prima parte di gara all’attacco ma che deve cedere le posizioni conquistate a causa dell’affaticamento alle braccia.
Podio composto dunque da Guerriero che chiude in prima posizione i 28 giri di gara pari a 13,58 km percorsi ad una media di 43.864 km/h. Secondo Luca Cassani a 15 secondi e 462 millesimi, terzo Geuecke.

- Disciplinare (DEBRIEFING POST-GARA)
Si richiamano informalmente i piloti Fabio de Giuseppe e Luca Cassani per condotta di gara aggressiva.
Si richiama informalmente il pilota Wataru Fujii per osservanza tardiva delle bandiere blu.
- Disciplinare (MOVIOLA VIDEO)
Nessuna sanzione


COMMENTO DIVISIONE 2

Simone Cosimo scatta dalla prima posizione della seconda divisione affiancato da Matteo Bartalena; in seconda fila parte terza Rossella La Notte con accanto Giuseppe Napoletano. I primi quattro in griglia sono racchiusi in meno di un decimo di secondo. Terza fila per Davide Cocchi e Luca Guerciotti; Quarta fila per Paolo Pozzoli e Salvatore Ferlito; Quinta fila per Cristian Pontini e Marco Giuseppe Begali.
Al via Bartalena cerca il decollo perfetto a bordo del suo kart ma per un battito di ciglia coglie un jump-start, guadagna la prima posizione provvisoria, secondo Simone Cosimo e terza Rossella La Notte. I tre sembrano inizialmente in fuga, ma è solo un’apparenza. Bastano 3 giri a Paolo Pozzoli che scattato dalla 7° posizione, agguanta una temporanea 4° posizione, trova velocemente confidenza con mezzo e pista e si lancia in un’implacabile progressione. Intanto comincia un’incredibile duello tra Salvatore Ferlito e Giuseppe Napoletano. I due dopo essersi presi le misure ed aver agganciato Rossella La Notte al 5° posto cominciano con gli affondi tra di loro. Dapprima è Napoletano che passa Ferlito il quale ovviamente per nulla dimesso risponde all’attacco riguadagnando immediatamente la posizione. Nel mentre Pozzoli agguanta Cosimo e passa in seconda posizione, ma la sua progressione è davvero inarrestabile e non ci vuole molto per raggiugere e passare Matteo Bartalena agguantando così la prima posizione assoluta già da metà gara. Le posizioni sembrano consolidarsi in testa ed in coda ma nel mezzo dello schieramento si accende una lotta furibonda a tre: La Notte, Ferlito e Napoletano in ordine, a trenino, scatenati. La Notte ricorda un certo Gilles nel GP di Spagna ’81, nonostante sia la più lenta dei tre in questo frangete di gara non lascia nessun pertugio ai due, che fanno a gara per essere l’immediato inseguitore. Il duello è molto acceso ed a tratti scorretto con sorpassi alternati tra Napoletano e Ferlito che vanno oltre ciò che il regolamento consente. A pochi giri dal termine Napolitano si libera di Ferlito ed attacca con successo La Notte che non ci sta a farsi sopravanzare dopo aver tenuto dietro gli avversari per tutta la gara e risponde, al tornantino più lontano dalla Pit-Lane, in maniera però non regolare. Questo attacco fa perdere a Napoletano la posizione su La Notte ed anche su Ferlito. Il trenino si compatta dunque nuovamente per l’ultimo infuocato giro. Non poteva mancare il contatto all’ultima curva, sotto le vetrate della TOPFUEL RACING MILAN ARENA, rilevato dalle nostre telecamere, La Notte nuovamente cucita in ingresso non lascia spazio a Ferlito che viene tamponato alla corda della curva da Napoletano. Ferlito, incolpevole nella circostanza, balza in avanti e non può evitare la collisione con La Notte che innesca un mezzo testacoda mentre Napoletano all’esterno sopravanza i due e giunge 4° sul traguardo, 5° Ferlito, 6° La Notte. I tre saranno poi soggetti a sanzione. A seguire sul traguardo Begali che guadagnerà poi molte posizioni grazie alle penalità dei piloti giunti innanzi a lui, Guerciotti è autore di una gara pulita e in costante miglioramento in termini di tempi sul giro, guadagnerà anche lui posizioni grazie alle penalità subite dagli altri piloti. Infine, Pontini che conferma la posizione ottenuta in qualifica e Cocchi che partito quinto non riesce a concretizzare in gara, dovendosi accontentare della decima posizione finale.

La classifica finale subirà delle modifiche a conclusione della gara a causa delle sanzioni disciplinari:
- Disciplinare (DEBRIEFING POST-GARA)
Matteo Bartalena – Kart 17 – Jump Start (+10 secondi)
Giuseppe Napoletano – Kart 9 – Sorpasso scorretto ai danni del kart 10 (+10 secondi)
Salvatore Ferlito – Kart 10 – Sorpasso scorretto ai danni del kart 9 (+10 secondi)
Rossella La Notte – Kart 3 – Sorpasso scorretto ai danni del kart 9 (+10 secondi)
- Disciplinare (MOVIOLA VIDEO)
Giuseppe Napoletano – Kart 9 – Sorpasso scorretto all’ultima curva ai danni del kart 10 e 3 (+5 secondi)


COMMENTO DIVISIONE 1

Ed eccoci pronti per la Griglia di Partenza della Divisione più importante, la prima, quella a cui hanno accesso i più veloci ed è anche la divisione con in gioco i punti più pesanti per la classifica di campionato.
Parte dalla Pole Position Assoluta, ottenuta con un timing di 37,306 ad una velocità media di 46,802 Km/h Maurizio Bertoldi che conquista anche i 2 punti in palio per l’uomo jet di Vignate. Appena più lento di lui, lo insidia dalla seconda casella Alessandro Dominutti con il crono di 37,492. Apre la seconda fila un velocissimo Giordano Bacchi, ultimo pilota ad abbattere il muro dei 38 secondi durante le sessioni di qualifica. Accanto a lui di poco dietro Dino Perego con il crono di 38,042. In terza fila troviamo ancora nomi illustri: Matteo Roncaglio e Marco Marchisio divisi da soli 19 millesimi e pronti a scattare per dare la caccia al podio. Altrettanto blasonati i piloti della quarta fila: un sempre veloce Angelo La Puglia che perde la terza fila per soli 4 millesimi e Mauro Molaschi a 90 millesimi da “GELO”. In quinta fila troviamo Riccardo Arini e Sergio Ghislotti rispettivamente con i crono di 38,224 e 38,659.
Scatta la gara, il gruppone passa indenne alla prima tremenda chiocciola della TopFuel Arena in senso di marcia Original, velocissimi si portano verso il tornante più estremo del tracciato, Roncaglio tenta un ottimo affondo su Perego per sottrargli la quarta piazza. Il sorpasso riesce, ma Roncaglio riapre il gas ed esegue la traiettoria per far scorrere il kart in uscita di curva, incurante che Perego era ancora parzialmente affiancato a lui. I due si ritrovano a contatto in maniera (s)fortuita, Roncaglio non poteva accorgersi della presenza di Perego e quest’ultimo non poteva sparire da quella posizione. Il contatto porta Perego a muro ed a fungere da leva per innescare il testacoda di Roncaglio. Non poteva esserci miglior modo per inaugurare la procedura di Bandiera Rossa introdotta da KartGP. Immediatamente fermata la gara si procede al riposizionamento in griglia dei kart come se nulla fosse accaduto. Tutti pronti per ripartire, senza arrabbiature, dalle posizioni agguantate in qualifica e gara accorciata di 3 minuti.
Riparte la gara, i kart scorrono veloci e senza intoppi per il primo giro, Roncaglio tenta subito l’attacco a Perego e questa volta il sorpasso riesce. I primi due piloti Bertoldi e Dominutti s’involano in una fuga che condurranno sino alla fine. Sempre velocissimi e vicinissimi, Dominutti tenta l’affondo diverse volte provando a sorprendere alla prima staccata ma Bertoldi non si fa cogliere impreparato e chiude ogni spazio senza stressare le traiettorie e mantenendo un ritmo sostenuto. Intanto Roncaglio si consolida in terza posizione acquisendo un margine di sicurezza sugli inseguitori, dapprima capeggiati da Bacchi che dopo pochi giri comincia però a cedere posizioni.
Passano ad inseguire Roncaglio, stabilizzato in 3° piazza, Perego seguito da Marchisio e Molaschi il quale in soli 3 giri infila con successo entrambi i piloti che lo precedevano e si porta in quarta posizione.
Da metà gara le posizioni si consolidano: Vince Bertoldi alla prima uscita della stagione dopo 25 giri e 12 Km percorsi. Secondo Dominutti che insidia sino all’ultima curva la leadership, sicuramente arriverà al prossimo appuntamento di Affi ancora più agguerrito. Roncaglio gestisce la terza posizione e chiude il podio. A seguire Molaschi, velocissimo, otterrà lui il giro più veloce in gara (che vale un punto) 37,060 e sarà anche l’unico pilota ad abbattere il muro dei 47 Km/h di media sul giro. In quinta posizione si classifica Dino Perego che cede una posizione rispetto alle qualifiche. Subito dietro, in sesta posizione, Marco Marchisio che consolida la sua posizione in griglia, insidiato da La Puglia nel finale di gara il quale però, correttissimo nei tentativi d’attacco, non riesce a trovare lo spazio per infilarsi e deve accontentarsi della settima posizione finale. Ottavo Giordano Bacchi che cede cinque posizioni rispetto alle qualifiche, evidentemente non è lo stesso il feeling con il kart n°3 rispetto al n°8 utilizzato per la caccia al giro veloce. Chiudono Sergio Ghislotti che sopravanza Riccardo Arini e si classificano rispettivamente nono e decimo.

- Disciplinare (DEBRIEFING POST-GARA)
Nessuna sanzione
- Disciplinare (MOVIOLA VIDEO)
Viene rivista la prima partenza ed il contatto che ha generato la bandiera rossa. L’incidente è considerato un contatto di gara non volontario generato dalla bagarre naturale nelle fasi iniziali. Nessuna sanzione

Scarica il comunicato con i tempi e i risultati delle gare
Scarica il comunicato con i tempi e i risultati delle gare





Risultati qualifiche

Batteria 1
Pilota Kart Best time
Bertoldi Maurizio 1 37.306
Dominutti Alessandro 11 37.492
Bacchi Giordano 8 37.988
Perego Dino 9 38.042
Arini Riccardo 10 38.224
Bartalena Matteo 20 38.793
La Notte Rossella 3 38.812
Napoletano Giuseppe 2 38.864
Cocchi Davide 17 38.997
Pontini Cristian 14 39.482
De Giuseppe Fabio 13 39.889
Batteria 2
Pilota Kart Best time
Roncaglio Matteo 14 38.099
Marchisio Marco 8 38.118
La Puglia Angelo 10 38.122
Molaschi Mauro 2 38.212
Ghislotti Sergio 1 38.659
Simeone Cosimo 17 38.767
Guerciotti Luca 3 39.169
Ferlito Salvatore 20 39.324
Begali Marco Giuseppe 11 39.530
Cavicchio Carlo 9 41.521
Batteria 3
Pilota Kart Best time
Pozzoli Paolo 8 39.225
Cassani Luca 17 40.053
Geuecke Christian 20 40.741
Guerriero Daniele 3 40.873
Berti Giovanni 10 41.627
Dumon Eclio 14 42.980
Gallese Anthony 9 45.039
Hollins Tiffany 2 45.885
Fujii Wataru 11 46.349
Celedi Giovanni 18 47.687


Risultati gare

Gara 1
Pos. Pilota Part. Arr. Kart T.tot gara Distacco Best time Vel. media Punti Info

Bertoldi Maurizio
11 16:49.472 - 37.363 43.24
Km/h
Gara 40
Pole 2
Totale 42

Dominutti Alessandro
17 16:49.672 00:00.200 37.227 43.23
Km/h
Gara 36
Totale 36

Roncaglio Matteo
2 16:55.013 00:05.541 37.335 43.00
Km/h
Gara 33
Totale 33

Molaschi Mauro
10 16:56.953 00:07.480 37.060 42.92
Km/h
Gara 30
Best lap 1
Totale 31

Perego Dino
9 17:03.153 00:13.681 37.824 42.66
Km/h
Gara 29
Totale 29

Marchisio Marco
14 17:04.074 00:14.602 37.656 42.62
Km/h
Gara 28
Totale 28

La Puglia Angelo
8 17:04.414 00:14.942 37.606 42.61
Km/h
Gara 27
Totale 27

Bacchi Giordano
3 17:12.854 00:23.382 38.049 42.26
Km/h
Gara 26
Totale 26

Ghislotti Sergio
10º 1 17:15.215 00:25.742 37.990 42.17
Km/h
Gara 25
Totale 25
10º
Arini Riccardo
10º 20 17:16.435 00:26.962 38.090 42.12
Km/h
Gara 24
Totale 24


Gara 2
Pos. Pilota Part. Arr. Kart T.tot gara Distacco Best time Vel. media Punti Info

Pozzoli Paolo
17º 11º 8 18:35.765 - 37.903 45.38
Km/h
Gara 23
Totale 23

Simeone Cosimo
11º 12º 11 18:38.385 00:02.619 38.019 45.27
Km/h
Gara 22
Totale 22

Bartalena Matteo
12º 13º 17 18:37.825 00:02.059 37.924 45.30
Km/h
Gara 21
Totale 21

Begali Marco Giuseppe
20º 14º 1 18:56.406 00:20.640 38.240 44.56
Km/h
Gara 20
Totale 20

Guerciotti Luca
16º 15º 14 18:58.087 00:22.321 38.362 44.49
Km/h
Gara 19
Totale 19

Ferlito Salvatore
18º 16º 10 18:55.906 00:20.140 37.897 44.58
Km/h
Gara 18
Totale 18

La Notte Rossella
13º 17º 3 18:55.966 00:20.200 38.521 44.57
Km/h
Gara 17
Totale 17

Napoletano Giuseppe
14º 18º 9 18:55.786 00:20.020 38.007 44.58
Km/h
Gara 16
Totale 16

Pontini Cristian
19º 19º 20 18:41.385 +1 giro 38.961 43.60
Km/h
Gara 15
Totale 15
10º
Cocchi Davide
15º 20º 2 10:50.181 +13 giri 39.314 42.97
Km/h
Gara 14
Totale 14


Gara 3
Pos. Pilota Part. Arr. Kart T.tot gara Distacco Best time Vel. media Punti Info

Guerriero Daniele
24º 21º 9 18:36.364 - 38.967 43.79
Km/h
Gara 13
Totale 13

Cassani Luca
22º 22º 17 18:51.826 00:15.461 39.164 43.19
Km/h
Gara 12
Totale 12

Geuecke Christian
23º 23º 3 18:53.647 00:17.282 39.442 43.12
Km/h
Gara 11
Totale 11

Berti Giovanni
26º 24º 14 19:30.710 00:54.346 40.328 41.76
Km/h
Gara 10
Totale 10

Cavicchio Carlo
25º 25º 2 18:40.925 +1 giro 39.956 42.06
Km/h
Gara 9
Totale 9

De Giuseppe Fabio
21º 26º 11 18:53.181 +1 giro 39.381 41.60
Km/h
Gara 8
Totale 8

Dumon Eclio
27º 27º 8 19:15.708 +1 giro 41.439 40.79
Km/h
Gara 7
Totale 7

Gallese Anthony
28º 28º 10 19:17.708 +1 giro 41.326 40.72
Km/h
Gara 6
Totale 6

Fujii Wataru
30º 29º 1 19:05.287 +2 giri 41.683 39.64
Km/h
Gara 5
Totale 5
10º
Hollins Tiffany
29º 30º 20 19:10.948 +3 giri 43.306 37.93
Km/h
Gara 4
Totale 4
11º
Celedi Giovanni
31º 31º 18 19:28.069 +5 giri 45.215 34.38
Km/h
Gara 3
Totale 3


Album foto
GP1 2015 - Gran Premio di Vignate
Apri l'album fotografico completo...


Album video

GP1 2015 - Gran Premio di Vignate

GP1 - Moviola penalità

GP1 - Divisione 1

GP1 - Divisione 2

GP1 - Divisione 3
Apri l'album video completo...


Copyright 2018 - All Rights Reserved - Tutti i diritti sono riservati - KartGP.it - Privacy