Staff
 
PG Corse - Pista Ronco Kart
Cremona Circuit - Circuito outdoor San Martino del Lago (CR)
Affi Kart Indoor
TOP FUEL RACING MILAN ARENA
Ristorante Pizzeria La Sirenetta - Milano
Libreria dell'Automobile
BI KARTING - Circuito indoor-outdoor S.Giorgio in Bosco (PD)
Il tuo sogno in pista - Driver Experience
javascript

Gran Premio della 
Martesana


Commenti
Introduzione GP9
Sabato 31/10/2015, una giornata tipicamente autunnale accompagna i 30 piloti sulla via per la TopFuel Racing Milan Arena di Vignate, palcoscenico della nona e terzultima prova stagionale del Campionato KartGP 2015, il Gran Premio della Martesana. Il tracciato è lo stesso che ha ospitato il circo di KartGP in occasione del Gran Premio di Vignate, primo appuntamento della stagione, ma quest’oggi i piloti l’affronteranno in senso orario ed inverso rispetto alla prova precedente. Particolarità del tracciato sono le due chiocciole poste all’inizio ed alla fine del tracciato di gara ed il veloce tratto iniziale che dal rettilineo di partenza porta i piloti ad una forte decelerazione in prossimità della zona box. Le basse temperature della mattina e l’umidità dell’aria di Vignate rendono ancora più arduo il compito dei driver impegnati in pista quest’oggi.

Qualifiche
Sono pochi i giri a disposizione dei piloti per cercare il miglior crono, appena 12/13 le tornate disponibili per portare gomme e meccanica del kart in perfetta temperatura e tentare l’assalto alla pole.
I primi a scendere in pista, ovvero i più attardati in classifica e le wild card trovano una condizione precaria con kart e pista fermi dal giorno prima e le temperature autunnali che non agevolano gli pneumatici ad entrare in temperatura.
A conclusione dei tre turni di qualifiche sigla la seconda Pole Position consecutiva in campionato Cosimo Simeone in 36,900 che beffa il leader della classifica generale Alessandro Dominutti per appena 11 millesimi. Subito alle loro spalle Roberto (Ayrton) Lanticina non concede spazio agli avversari nella lotta al titolo di campione 2015. La lotta al vertice si fa veramente serrata!

Divisione 3
È Lorenzo Radice a scattare al palo di una combattuta divisione 3, al suo fianco il driver Pavese di scuola motociclistica Michele Milanesi autore, alla sua terza gara in Kart, di una buona qualifica. Subito alle loro spalle Di Candia e Rizza, precedono nell’ordine Del Pino e Gariba in terza fila, Russo e Celedi in quarta e Frare Barutti e Marcucci in quinta ed ultima fila, senza alcun riferimento cronometrico non avendo preso parte alle qualifiche.
La gara scatta regolarmente senza problemi, i piloti passano indenni alla prima staccatona davanti alla zona box. Milanesi scatta in maniera impeccabile e brucia Radice, nelle retrovie grande partenza di Celedi che ne approfitta per guadagnare ben due posizioni!
Si delineano subito due gruppetti composti ciascuno da quattro piloti che entrano in bagarre tra loro. Al terzo giro Russo passa Celedi alla prima chiocciola e si porta in quinta posizione, alle loro spalle Gariba tenta una manovra fotocopia su Di Candia, che porta al contatto tra i due ed alla sanzione per Gariba (+5Sec da sommare al tempo totale di gara). Al quinto giro Radice infila Milanesi nella seconda chiocciola e si riprende la prima piazza, mentre Gariba, autore di una rimonta indiavolata risale fino alla terza posizione.
A metà gara si intensifica la lotta per il secondo gradino del podio tra Milanesi e Gariba che quest’oggi sembra veramente in palla. Al 18imo giro Rizza affonda il colpo su Di Candia e passa sul traguardo in quarta posizione, ma Rizza non ci sta ed alla prima chiocciola si riprende la posizione.
Il finale di gara è incandescente, Radice in solitario si avvia alla vittoria di divisione, ma alle sue spalle si ricompatta in quartetto composto da Gariba, Milanesi, Rizza e Di Candia e si accende la lotta per i due gradini più bassi del podio. Inizia l’ultimo giro, Lorenzo Radice di avvia a cogliere un successo netto, mentre alle sue spalle la lotta è serrata. Alla prima chiocciola, Di Candia rompe gli indugi e sorpassa Milanesi che risponde con un controsorpasso, entrambe le manovre vengono giudicate irregolari in quanto agevolate da contatto ed i due piloti verranno sanzionati a fine gara (+5Sec da sommare al tempo totale di gara). Anche Rizza rompe gli indugi e tenta l’affondo su Di Candia al tornantino, l’attacco però non è regolare ed anche in questa occasione la direzione gara decide di assegnare una penalità di +5Sec a Rizza per sorpasso agevolato da contatto.
Vince Radice in 20min e 6sec, seguito da Gariba, Milanesi, Rizza, Di Candia, Frare Barutti, Del Pino, Russo, Marcucci e Celedi

Divisione 2
È Luca Guerciotti il pilota accreditato del miglior tempo di divisione 2, appena 33 millesimi di distacco da Arini gli impediscono di giocarsi la divisione 1. Al suo fianco scatta Giuseppe Napoletano, seguito da Kikko Galbiati e Giordano Bacchi in seconda fila, a seguire Andreis e Bartalena in terza, Cocchi ed Ogilvie in quarta e Baldazzi e Vergani in quinta.
Una partenza fulminea permette ai primi tre piloti in griglia di scongiurare il possibile imbuto della prima curva, Galbiati autore di un’ottima partenza beffa Napoletano e si porta subito alle spalle di Guerciotti. Alla prima chiocciola i piloti arrivano tutti sgranati ed in fila indiana, i mezzi ormai caldi dalla divisione tre facilitano i piloti nelle prime fasi di gara. Il pressing di Galbiati e Napoletano su Guerciotti anima le prime fasi di gara del gruppetto di testa, mentre nelle retrovie Baldazzi decide di rompere gli indugi ed affonda il colpo su Cocchi alla seconda chiocciola, siamo al quinto giro… i due passano appaiati sulla linea del traguardo ma Cocchi forte della traiettoria interna riesce a riprendersi la posizione alla staccata dei box. Tutto da rifare per Baldazzi! A metà schieramento ci pensa Bartalena a smuovere le acque, superando Bacchi e portandosi all’inseguimento del terzetto di testa, mentre alle loro spalle Ogilvie supera Andreis e si prendere dal sesta piazza.
Al 13imo giro Kikko Galbiati prova ad infilare Luca Guerciotti all’ingresso della prima chiocciola, la traiettoria interna in ingresso però non gli permette di trovare il giusto spazio in uscita e pertanto la manovra viene abortita. Nello stesso giro Galbiati e Napoletano si danno il cambio in seconda piazza. Nelle retrovie Vergani tenta l’attacco su Cocchi alla seconda chiocciola senza riuscirci ed anzi regalando la posizione a Baldazzi che si infila agevolmente in uscita.
A metà gara è sempre lotta serrata nel terzetto di testa ed al 18imo giro Napoletano affianca e sorpassa Guerciotti sul rettifilo di arrivo. Bella manovra applaudita dal pubblico presente quest’oggi in pista! 19imo giro, Guerciotti non ci sta e con una manovra fotocopia rispetto a quella del giro precedente si riprende la testa del plotone, Napoletano è avvertito! Nel gruppetto di inseguitori, sir John Ogilvie passa Giordano Bacchi e si porta in quinta posizione.
Giro 24, ancora sul rettifilo di arrivo Napoletano si butta all’interno di Guerciotti e tira una staccata mozzafiato sotto i box. È sua la prima posizione! Mentre Galbiati perde terreno e si fa avvicinare da Bartalena che fiuta l’aria del podio e prova una manovra difficilissima alla prima chiocciola. Lo spazio è troppo stretto e Bart si pianta sulle barriere permettendo ad Ogilvie di rubargli anche la quarta piazza.
30° e ultimo giro, Napoletano ha un buon margine su Guerciotti che pensa a portare a casa il risultato senza strafare, subito dietro Kikko Galbiati si deve difendere dal leone inglese Sir John Ogilvie autore di un’ottima gara in terra straniera… a sua volta Bartalena distaccato di qualche metro da Ogilvie si deve guardare da Bacchi.
Vince Napoletano che copre i 30giri di gara, pari a una distanza di 15km, in 18min e 51sec, alle sue spalle Guerciotti, completa il podio Galbiati. Ai piedi del podio Ogilvie, alla sua seconda apparizione stagionale in KartGP, seguito da Bartalena, Bacchi, Andreis, Cocchi, Vergani e Baldazzi.

Divisione 1
Solo 8 decimi di secondo separano il primo e l’ultimo pilota di divisione 1, ciò la dice lunga sulla qualità dei driver oggi in pista a Vignate e sulla condizione dei mezzi messi a disposizione dallo staff del tracciato, i nuovi Sodì RX8 motorizzati Honda!
Simeone parte al palo per il secondo Gran Premio consecutivo, dopo aver conquistato la pole anche in occasione del Gran Premio della Franciacorta, subito al suo fianco Dominutti ed alle loro spalle Lanticina che non intendono fare sconti al pilota siciliano. Al fianco di Lanticina, Tiziano Illuzzi si dimostra ancora pilota regolare e di grande valore che matematicamente è ancora in corsa per la corona iridata o, più realisticamente, per un posto sui due gradini più bassi del podio. Seguono in terza fila Perego e Imposti, in quarta Termine e Corbellini mentre chiudono lo schieramento Castelletti ed Arini.
I semafori rossi si accendono in sequenza per l’ultima divisione di quest’oggi, pochi istanti tra lo spegnimento dei tre rossi e l’accensione della luce verde… Partiti! I piloti scattano dalla loro casella di partenza in maniera regolare ed affrontano l’imbuto della prima curva appaiati… partenza pulita anche in questo caso e il pericolo di vedere la bandiera rossa al primo giro è scongiurato per quest’oggi! I piloti percorrono tutti il primo giro in un fazzoletto di millesimi, le posizioni rimangono invariate rispetto alla partenza ad eccezione di Perego che deve lasciare subito strada alla prima curva a Massimo Imposti bravissima wild card.
Un trenino impressionante va avanti dal primo per ben 28 giri, tutti i piloti sono attaccati tra loro e studiano il proprio avversario nel tentativo di trarre vantaggio da un suo eventuale errore. I mezzi quest’oggi sono veramente equilibrati ed i piloti dovranno contare solo sulle proprie capacità sul toboga di Vignate. Solo Arini si dimostra un pò più in difficoltà e fatica a stare attaccato al gruppone, dopo qualche giro, pochi decimi di distacco lo separano dal bravissimo Mattia Castelletti, il giovane pilota di Mantova che quest’anno ha impensierito più di una volta piloti più esperti di lui ed ora è il lotta per la quinta piazza di campionato con Dino Perego.
10° giro, Dominutti Dominator prova a rompere gli indugi su Simeone alla prima violenta staccata davanti ai box. Nulla da fare per lui che deve desistere dall’attacco per non rischiare di incappare in alcuna sanzione che a questo punto dell’anno possono veramente ribaltare le sorti del campionato!
20° giro, la metà della gara è orma andata in archivio senza alcun “brivido” in pista, solo Imposti grazie all’ottimo stacco al via riesce a guadagnare una posizione, per il resto le posizioni rimangono invariate con i piloti concentratissimi e bravi a non concedere alcuno spazio agli avversari.
25° giro, solo cinque tornate alla bandiera a scacchi, la tensione comincia ad alzarsi, nessuno ci stà a perdere punti in campionato, i primi tre Simeone, Dominutti e Lanticina sono li separati da un niente, seguiti a ruota da Illuzzi ed Imposti che sembrano gli unici ad averne come i piloti di testa. Si delineano a questo punto due gruppetti composti da cinque e quattro piloti, solo Arini rimane piuttosto attardato e destinato a chiudere in decima posizione di divisione.
29° e penultimo giro, Dominutti e Lanticina esercitano una pressione fortissima su Simeone che nonostante sembri averne un pelino in meno dei suoi diretti avversari è stato bravo fino a qui a non concedere niente a nessuno.
Ultimo giro! Sul traguardo Dominutti prova a forzare il sorpasso e tenta l’affiancamento interno a Simeone. Tutto si gioca nell’ultimo passaggio! Lo spunto di Dominutti non è sufficiente ad affrontare il curvone prima della staccata dei box appaiato a Simeone e il driver decide di accodarsi nuovamente al pilota siciliano. I piloti arrivano alla staccatona dei box e Lanticina prova ad allungare la frenata ma la manovra porta al contatto tra i due! Dominutti rimane letteralmente piantato in curva in testacoda e scivola dalla seconda alla nona posizione. Lanticina si rende conto della sua colpa nel contatto e sportivamente si fa passare dai piloti che lo seguono e restituisce la posizione a Dominutti. Che gran peccato per i due e che match point per Simeone che a questo punto è lanciato verso la sua prima vittoria in campionato che lo proietta in alto in classifica generale!
Cala la bandiera a scacchi sul traguardo! Vince Mimmo Simeone in 18min e 38sec davanti a Illuzzi ed Imposti che approfittano della confusione dell’ultimo giro per salire sul podio. Segue il gruppetto composto da Perego, Termine e Castelletti e Corbellini e via via sfilano Dominutti, Arini e Lanticina.
Si va verso Affi per il doppio ed ultimo appuntamento del 21 novembre con una classifica che consente a ben quattro piloti sulla carta di vincere il titolo. Da segnalare infine che la gara di quest’oggi decreta il nono vincitore diverso nelle nove gare fino ad ora disputate, un bel campionato che ha regalato grandi emozioni tutto l’anno!



Penalità

Divisione 3 - Sanzioni:
- Criceto – Kart 2 – (+5 secondi) per sorpasso su contatto propiziato da contatto su Di Candia (kart 9)
- Di Candia – Kart 9 – (+5 secondi) per sorpasso irregolare su Milanesi (kart 14)
- Milanesi – Kart 14 – (+5 secondi) per sorpasso irregolare su Di Candia (kart 9)
- Azzir – Kart 7 – (+5 secondi) per sorpasso irregolare su Di Candia (kart 9)

Divisione 2 - Nessuna sanzione

Divisione 1 - Nessuna sanzione

Scarica il comunicato con i tempi e i risultati della gara
Scarica il comunicato con i tempi e i risultati della gara




Risultati qualifiche

Batteria 1
Pilota Kart Best time
Termine Marco 17 37.355
Ogilvie John 19 38.205
Baldazzi Federico 2 38.423
Radice Lorenzo 1 38.811
Di Candia Marco 14 39.069
Rizza Corrado 11 39.082
Del Pino Dario 3 39.166
Gariba Luigi 8 39.353
Russo Federico 7 40.975
Celedi Giovanni 18 46.876
Batteria 2
Pilota Kart Best time
Imposti Massimo 17 37.291
Corbellini Fabio 1 37.419
Guerciotti Luca 19 37.745
Galbiati Emiliano 11 37.839
Andreis Luca 7 37.992
Bartalena Matteo 9 38.114
Cocchi Davide 14 38.187
Vergani Stefano 2 38.649
Milanesi Michele 3 39.011
Batteria 3
Pilota Kart Best time
Simeone Cosimo 14 36.900
Dominutti Alessandro 19 36.911
Lanticina Roberto 9 37.066
Illuzzi Tiziano 1 37.211
Perego Dino 7 37.277
Castelletti Mattia 11 37.673
Arini Riccardo 2 37.712
Napoletano Giuseppe 3 37.831
Bacchi Giordano 17 37.955


Risultati gare

Gara 1
Pos. Pilota Part. Arr. Kart T.tot gara Distacco Best time Vel. media Punti Info

Simeone Cosimo
19 18:38.614 - 36.745 46.83
Km/h
Gara 40
Pole 2
Totale 42

Illuzzi Tiziano
7 18:40.234 00:01.619 36.846 46.76
Km/h
Gara 36
Totale 36

Imposti Massimo
2 18:41.218 00:02.604 36.830 46.72
Km/h
Totale 0

Perego Dino
1 18:41.632 00:03.018 36.754 46.70
Km/h
Gara 33
Totale 33

Termine Marco
11 18:41.885 00:03.270 36.817 46.69
Km/h
Totale 0

Castelletti Mattia
17 18:42.307 00:03.692 36.695 46.67
Km/h
Gara 30
Best lap 1
Totale 31

Corbellini Fabio
3 18:45.489 00:06.875 36.746 46.54
Km/h
Totale 0

Dominutti Alessandro
14 18:54.686 00:16.071 36.778 46.16
Km/h
Gara 29
Totale 29

Arini Riccardo
10º 8 18:57.875 00:19.260 37.255 46.03
Km/h
Gara 28
Totale 28
10º
Lanticina Roberto
10º 9 18:58.043 00:19.428 36.831 46.03
Km/h
Gara 27
Totale 27


Gara 2
Pos. Pilota Part. Arr. Kart T.tot gara Distacco Best time Vel. media Punti Info

Napoletano Giuseppe
12º 11º 14 18:51.583 - 37.189 46.29
Km/h
Gara 26
Totale 26

Guerciotti Luca
11º 12º 19 18:52.745 00:01.161 37.132 46.24
Km/h
Gara 25
Totale 25

Galbiati Emiliano
13º 13º 9 18:55.684 00:04.100 37.343 46.12
Km/h
Totale 0

Ogilvie John
18º 14º 3 18:56.084 00:04.500 37.196 46.11
Km/h
Totale 0

Bartalena Matteo
16º 15º 2 18:57.445 00:05.861 37.172 46.05
Km/h
Gara 24
Totale 24

Bacchi Giordano
14º 16º 7 18:57.804 00:06.221 37.341 46.04
Km/h
Gara 23
Totale 23

Andreis Luca
15º 17º 1 19:01.466 00:09.882 37.599 45.89
Km/h
Gara 22
Totale 22

Cocchi Davide
17º 18º 11 19:21.288 00:29.704 38.017 45.11
Km/h
Gara 21
Totale 21

Vergani Stefano
20º 19º 8 19:21.586 00:30.002 37.683 45.09
Km/h
Totale 0
10º
Baldazzi Federico
19º 20º 17 19:22.226 00:30.643 37.475 45.07
Km/h
Totale 0


Gara 3
Pos. Pilota Part. Arr. Kart T.tot gara Distacco Best time Vel. media Punti Info

Radice Lorenzo
21º 21º 19 20:06.011 - 37.800 44.88
Km/h
Totale 0

Gariba Luigi
26º 22º 2 19:35.408 +1 giro 38.290 44.56
Km/h
Totale 0

Milanesi Michele
22º 23º 14 19:36.128 +1 giro 38.652 44.54
Km/h
Totale 0

Rizza Corrado
24º 24º 7 19:37.113 +1 giro 38.286 44.50
Km/h
Totale 0

Di Candia Marco
23º 25º 9 19:37.469 +1 giro 38.389 44.49
Km/h
Totale 0

Frare Barutti Matteo
29º 26º 8 19:44.589 +1 giro 38.564 44.22
Km/h
Totale 0

Del Pino Dario
25º 27º 1 19:44.789 +1 giro 38.555 44.21
Km/h
Totale 0

Russo Federico
27º 28º 11 20:08.512 +1 giro 38.911 43.34
Km/h
Totale 0

Marcucci Luca
30º 29º 17 19:44.369 +2 giri 38.732 42.75
Km/h
Totale 0
10º
Celedi Giovanni
28º 30º 18 20:06.611 +8 giri 45.006 33.28
Km/h
Totale 0


Album foto
GP9 2015 - Gran Premio della Martesana
Apri l'album fotografico completo...


Album video

GP9 2015 - Gran Premio della Martesana

GP9 - Moviola penalità

GP9 - Divisione 1

GP9 - Divisione 2

GP9 - Divisione 3
Apri l'album video completo...


Copyright 2018 - All Rights Reserved - Tutti i diritti sono riservati - KartGP.it - Privacy