Staff
 
Libreria dell'Automobile
TOP FUEL RACING MILAN ARENA
Cremona Circuit - Circuito outdoor San Martino del Lago (CR)
BI KARTING - Circuito indoor-outdoor S.Giorgio in Bosco (PD)
Affi Kart Indoor
Il tuo sogno in pista - Driver Experience
Ristorante Pizzeria La Sirenetta - Milano
PG Corse - Pista Ronco Kart
javascript

Gran Premio di 
Vignate


Commenti
Introduzione GP 1
Sabato 06/02/2016, siamo al primo atto della stagione 2016 di KartGP. Una stagione che si preannuncia combattutissima con un altissimo numero d’iscritti a tutto il campionato ed un parterre di partecipanti variegato e d’altissimo livello. Ben 47 i piloti accreditati per il Gran Premio Di Vignate.
Come lo scorso anno, la prima stagionale va in scena sulla pista Top Fuel Milan Arena, e saranno ben quattro le batterie strapiene di drivers pronti a sfidarsi sui nuovissimi Sodi RX8.

Qualifiche
Dieci minuti a disposizione di tutti per trovare una prestazione cronometrica necessariamente importante, la lotta per accaparrarsi una casella per la Divisione 1 è serratissima. Circa 15 giri sono vengono percorsi da tutti i piloti ed è Alessandro Dominutti, Campione in carica KartGP 2015, ad aggiudicarsi la prima Pole Position del 2016 ed i primi punti in palio ad essa associati. Giusto per mettere da subito in chiaro le cose!

GP1 – Divisione 4
È il giovanissimo Federico Russo a guadagnarsi la partenza dalla prima casella di Divisione 4, subito per lui tutta la tensione di partire davanti a tutti! A seguirlo un pilota che già lo scorso anno ha dimostrato di essere un vero mastino: Luca Cassani. Dalla seconda fila Tafuri e Nava, Divano e Roli in terza fila. Marco Tricarico dalla casella numero sette affiancato da Rocco Paracchini. A seguire Giovanni Celedi che continua la progressione nei suoi crono, a fiancheggiarlo in quinta fila Massimiliano Barone. Infine chiude lo schieramento Alessio Arcando. Griglia di partenza che è racchiusa in 3,9 secondi.
In partenza di distingue Giovanni Celedi, scatto impressionante quello del pilota brianzolo.
Alla prima chiocciola tanta bagarre e Tafuri tocca Cassani nel tentativo di passare subito in seconda posizione. La gara vede subito Russo avvantaggiarsi sugli avversari che si danno battaglia e pasticciano alle sue spalle.
Scorrono i giri senza grandi colpi di scena, Tafuri recupera tutto il gap che Russo aveva guadagnato nei primi giri ed inizia così un duello serratissimo per la prima posizione assoluta. Tafuri cercherà in ogni modo il sorpasso su Russo che però si difende bene e si regala una splendida e sudatissima vittoria.
Con lui sul podio Luca Cassani, secondo, dopo la penalità di 5 secondi subita da Tafuri per la manovra al primo giro, sorpasso irregolare ai danni di Cassani. Simone Tafuri che agguanta così il terzo gradino del podio. A seguire Nava, Divano, Roli, Tricarico, Barone, Paracchini, Arcando e chiude Celedi.

GP1 – Divisione 3
Marco Di Candia, volto già noto di KartGP, azzecca il giro che gli regala la prima casella in griglia per questa Divisione 3. Prestazioni velocistiche per lui in decisa progressione dopo le apparizioni durante il finale della stagione 2015. Al suo fianco Lorenzo Pippa staccato di soli 12 millesimi.
Seconda fila composta da Davide Zacco, promettente new entry 2016 e Luca Guerciotti. A seguire Andreis, Coppola, Poli, Cioni, Bovio, Baldazzi, Radice ed Orsenigo. La griglia è racchiusa in soli 8 decimi di secondo a testimoniare un già ottimo livello dei piloti in pista!
Partenza che scorre senza problemi con il pilota pugliese che mantiene la prima posizione mentre Luca Guerciotti è scaltro a superare Davide Zacco che subito gli risponde nel corso del primo giro con una staccata micidiale al tornantino riprendendosi la terza posizione.
Il primo quarto di gara chiarisce subito chi saranno i piloti a giocarsi il gradino più alto del podio, Di Candia, Pippa e Zacco mostrano un passo migliore rispetto a tutti gli altri. Guerciotti che nei primi giri sembrava poter stare coi primi tre viene invece risucchiato dal gruppone alle spalle della testa della corsa, dove si distinguono al momento i veloci Paolo Poli e Luca Andreis e Federico Baldazzi.
All’ottavo giro si verifica il primo episodio chiave, con Lorenzo Pippa che attacca e sorpassa Marco Di Candia in maniera non corretta, manovra simile ma ai danni di Davide Zacco al giro 10. Pippa guadagnerà così due delle penalità che saranno decisive ai fini del risultato conclusivo.
11°Giro e purtroppo Fabio Coppola tocca Paolo Poli che si gira e perde tantissimo tempo, i due che erano in lotta per l’ottava posizione ed erano autori di una gara bellissima e molto corretta, si ritrovano la gara rovinata: il primo a causa della penalità che gli sarà comminata ed il secondo a causa del tempo perso successivamente al contatto.
A poche tornate dal termine Davide Zacco continua ad accumulare vantaggio sugli inseguitori. Lorenzo Pippa è secondo con Marco Di Candia alle sue spalle. A seguire Luca Guerciotti che si riavvicina alla zona podio grazie anche alla lotta tra i due che lo precedono.
A 5 giri dal termine, Marco Di Candia commette un grave errore strategico. Tenta il sorpasso su Lorenzo Pippa e conclude lo stesso in maniera irregolare, guadagnandosi così una penalità che gli costerà il secondo posto finale.
Giro 25, un altro giovanissimo pilota si mette in luce con un bel sorpasso che gli permette di guadagnare la 5°Pos, Lorenzo Cioni infila Luca Andreis all’ultimo tornante prima del traguardo.
Vittoria per Davide Zacco seguito da Di Candia, Pippa è autore di una manovra pericolosa proprio sotto la bandiera a scacchi per cui sarà nuovamente penalizzato.
L’ordine d’arrivo a valle delle penalità comminate sarà dunque: Zacco, Guerciotti, Cioni, Andreis, Di Candia, Radice, Bovio, Baldazzi, Orsenigo, Coppola, Pippa e Poli.

GP1 – Divisione 2
La prima casella di Divisione 2 è occupata da un pilota molto apprezzato dalle parti di Vignate, stiamo parlando di Matteo Garabini che piazza un tempo molto buono nonostante la qualifica a kart “freddo”. 36.820 il suo tempo, solo 33 millesimi lo separano da Thomas Colombo. In seconda fila troviamo Grimaldi e Cazzolli, a seguire Illuzzi e Bloise. In settima posizione partirà Bartalena seguito da Bacchi. Poi troviamo Milanesi, Perego, Arini e Pozzoli.
Gruppo molto compatto in partenza con i piloti che sfilano lungo tutto il primo giro senza sferrarsi colpi bassi. Ottima la partenza di Paolo Pozzoli che riesce a scavalcare Riccardo Arini. Al giro successivo però Arini riesce a ripassare Pozzoli con un bell’incrocio di traiettoria in uscita dalla seconda chiocciola.
Mentre Matteo Garabini inizia ad imporre il suo ritmo alla gara, staccando gli avversari, alle sue spalle scaldano gli animi. Perego cerca il sorpasso in seconda chiocciola su Milanesi ma deve abortire la manovra troppo irruenta. Stessa sorte tocca al tentativo di Riccardo Arini su Giordano Bacchi, all’ultimo tornante prima del traguardo l’ingresso di Riccardo è troppo deciso e la posizione viene restituita a Giordano nel tratto di rettifilo successivo.
Inizia intanto dal fondo la rimonta di Paolo Pozzoli. Inanellando tre sorpassi tutti propiziati da una spintarella in staccata o in uscita di curva, lieve il tocco ma quanto basta per far allargare la traiettoria di chi precede. Davvero peccato poiché la rimonta era assolutamente degna di nota con i sorpassi su Arini, Milanesi e Bacchi. Anche Giordano Bacchi tenta di superare Milanesi ma forza troppo in ingresso curva ed anche per lui ci sarà una penalità a fine gara. La giornata di Milanesi ed Arini oggi è particolarmente sfortunata, i due, compagni di squadra si toccano tra loro in un punto veloce del tracciato e MM41 finisce in testacoda, Riccardo lo attende per lunghissimi secondi e gli ricede la posizione ma i due sono ormai molto staccati dal resto del gruppo.
Siamo a metà gara e Matteo Bartalena noto staccatore a ruote fumanti, tenta e riesce nel sorpasso di Tiziano Illuzzi, guadagnando così la 5°Posizione.
A poche tornate dal termine Matteo Garabini ha il primo posto in tasca, alle sue spalle ci sono due gruppetti composti da tre piloti molto interessanti: il primo è in lotta per la 2°posizione composto da Colombo, Grimaldi e Cazzolli. Il secondo è in lotta per la quinta posizione ed è composto da Bartalena, Illuzzi e Bloise.
Gara che si conclude così, qualche timido attacco che però non porta cambiamenti nelle posizioni di gara.
Vince Matteo Garabini con un bel vantaggio di quasi 5 secondi su Thomas Colombo ed a completare il podio Milo Grimaldi. Cazzolli si deve accontentare del cucchiaio di legno seguito da Bartalena, Illuzzi, Bloise, Perego, Bacchi penalizzato di 5 secondi e Pozzoli penalizzato di 15 secondi. Chiudono i portacolori del team MM41 Milanesi ed Arini.

GP1 – Divisione 1
La Divisione 1, oggi è assolutamente importante, sono i 12 piloti più veloci del gruppo dei 47 partenti oggi a giocarsi il vero primo posto assoluto. Numero straordinario di piloti che scendono in pista ad avvalorare maggiormente la conquista di questo GP. La Pole Position di oggi è siglata Alessandro Dominutti, che apre la stagione mettendo in chiaro da subito le cose, il titolo KartGP 2015 è già cosa dimenticata e la fame di successo è intatta! 36,428 è la miglior prestazione di oggi durante le qualifiche. A condividere la prima fila con lui è Marco Termine del Team Inkartati. La seconda fila vede altri nomi blasonati: Cosimo Mimmo Simeone e Maurizio Bertoldi. La terza fila è occupata da Roberto Lanticina ed Emiliano Kikko Galbiati. A seguire Napoletano, Castelletti, Solvi, Imposti, Corbellini e Baroncini.
La griglia è racchiusa in pochissimo, solo 352 millesimi di secondo dividono il primo dall’ultimo, il livello dei piloti è altissimo.
Alla partenza è subito bandiera rossa, Marco Termine viene attaccato da Bertoldi e poi spintonato da un po’ tutto il gruppo in bagarre. Poco male, l’accaduto è chiaramente dettato dalla bagarre dei primi momenti di gara, competizione sospesa, kart riallineati e nuova partenza con gara ridotta a 24 giri.
La gara riparte con i protagonisti che sfilano senza alcun problema alla prima chiocciola e proseguono senza grossi intoppi sino al quinto giro. Cosimo Simeone in terza posizione tenta l’attacco su Termine ma l’attacco è decisamente scomposto e non riesce nell’intento di acciuffare la seconda posizione. Intanto Dominutti prende il largo, ritmo serratissimo il suo che senza essere disturbato riesce a concentrarsi ed a crearsi un discreto vantaggio. Al quinto giro è Giuseppe Napoletano a rompere gli equilibri in pista. L’attacco è quello che gli consente di guadagnare la 6°posizione ai danni di Kikko Galbiati, ma la manovra innescata con un ingresso non regolare all’ultimo tornante si conclude con una chiusura contro le barriere del kart di Galbiati e la penalità per Napoletano è inevitabile. Si accende la competizione in pista dopo alcuni giri di studio, anche Mattia Solvi forza un sorpasso su Fabio Corbellini e poco dopo Cosimo Simeone che vede Dominutti in testa scappare, cerca di forzare i tempi su Termine. L’attacco in seconda chiocciola però non si concretizza ed anzi crea li varco per Roberto Lanticina che non esita un attimo a buttarsi dentro e superare Simeone guadagnando così la terza posizione. Manovra quasi fotocopia al giro 8 con Napoletano che tenta l’attacco su Bertoldi, i due si piantano in seconda chiocciola e Galbiati riesce a sorprendere Giuseppe sopravanzandolo.
La svolta della gara arriva al giro numero nove. Cosimo Simeone tenta di superare Lanticina, una manovra al secondo tornantino che in realtà non sembra essere eccessiva ma Cosimo decide di restituire la posizione a Roberto e decide di farlo nel momento e nel posto più errato, creando di fatto le condizioni per l’episodio che segnerà le sorti del’intera gara. Nell’operazione di restituzione della posizione guadagnata, Maurizio Bertoldi cerca di sorprendere tutti infilandosi interno nel tornante prima del rettifilo del traguardo. Manovra che si conclude in un tamponamento a catena che vede coinvolti più protagonisti: Lanticina, Simeone, Bertoldi e Napoletano. I più scaltri Galbiati e Castelletti riescono a passare indenni all’esterno e guadagnare qualche posizione mentre purtroppo Cosimo Simeone riprende velocità ma si trova in ultima posizione. Colpo durissimo nell’economia di questa gara.
Dilaga il nervosismo, al giro successivo con Cosimo Simeone che tenta un doppio sorpasso al tornantino ma impatta su Mattia Solvi, i due perdono posizioni a tutto vantaggio di Baroncini e Corbellini. La speranza è che la competizione riassuma toni più pacati quando siamo quasi a metà corsa.
La fatica di Simeone che non riesce a recuperare dall’ultima piazza si contrappone con la scioltezza di gestione gara che può concedersi Dominutti Dominator, enorme il suo vantaggio sul secondo, è colui che ha più beneficiato di tutte le lotte intestine che si sono susseguite.
A cinque giri dal termine Kikko Galbiati tenta l’approccio alla seconda posizione ma tocca Marco Termine in frenata che finisce leggermente largo e dunque il sorpasso non è regolare.
Anche Giuseppe Napoletano sorpassa Marco Termine con un’azione bellissima ma purtroppo propiziata da un ingresso irregolare all’ultimo tornate prima del rettifilo principale.
Gara che si conclude senza ulteriori sussulti con un gruppo incredibilmente compatto alle spalle di Dominutti. Dati i numerosi episodi accaduti in gara, il risultato della stessa è stato posto “under-investigation” immediatamente a conclusione della competizione.
Riviste poi tutte le immagini ed assegnate le penalità del caso, è stata festeggiata la prima vittoria stagionale. Alessando Dominutti quindi vince con quasi 11 secondi di margine su Marco Termine secondo e Roberto Lanticina terzo. Segue Kikko Galbiati e Massimo Imposti che recupera ben 5 posizioni rispetto alla griglia di partenza. Baroncini è però il pilota che classificandosi sesto ha recuperato il maggior numero di posizioni, ben sei, rispetto alle qualifiche. Troviamo poi in settima posizione Fabio Corbellini, Castelletti ottavo, Simeone rimonta sino alla nona piazza seguito da Giuseppe Napoletano, Maurizio Bertoldi e Mattia Solvi.


Scarica il comunicato con i tempi e i risultati della gara
Scarica il comunicato con i tempi e i risultati della gara




Penalita'
DIVISIONE 1
- Mattia Solvi (kart 11): +5 secondi penalità – Sorpasso Irregolare ai danni di Corbellini (kart 19) propiziato da spinta posteriore/laterale avvenuta con kart non affiancati per almeno il 50%. (REG. ART 7.1 sezione GARA punto 3)

- Cosimo Simeone (kart 20): +5 secondi penalità – Il contatto avvenuto al giro 9 nei pressi del primo tornantino, vedeva Simeone tentare un sorpasso su Solvi (kart11). Nell’azione Simeone non guadagna posizione ma arreca danno a Solvi che perde due posizioni. Inoltre il contatto è stato giudicato pericoloso dalla commissione sportiva. (REG. ART 7.1 sezione GARA punto 5)

- Kikko Galbiati (kart 3): +5 secondi penalità – è stato giudicato irregolare il sorpasso avvenuto nel corso del giro 19 presso la prima chiocciola ai danni di Termine (kart 14). Il sorpasso è propiziato da spinta posteriore. (REG. ART 7.1 sezione GARA punto 2)

- Mattia Castelletti (kart 16): +5 secondi penalità – è stato giudicato irregolare il sorpasso avvenuto nel corso del giro 20 presso il primo tornantino. Il sorpasso è propiziato da spinta posteriore/laterale. (REG. ART 7.1 sezione GARA punto 3)

- Giuseppe Napoletano (kart 10): +10 secondi penalità – penalità dettata dalla somma di due episodi, il primo riguardante il sorpasso nei confronti di Galbiati (kart 3) propiziato da un’iniziale spinta laterale/posteriore e concluso con il contatto contro le protezioni sulla curva antecedente il rettifilo d’arrivo al giro 5. Ed il secondo episodio al giro 19/20, il sorpasso nei confronti di Temine (kart 14) propiziato da una spinta laterale/posteriore che ha poi portato al successivo affiancamento ed al sorpasso conseguente. (REG. ART 7.1 sezione GARA punto 3)

- Maurizio Bertoldi (kart17): +10 secondi penalità – penalità unica, attribuita nel corso del giro 9. Guadagnate in maniera irregolare le posizioni nel confronti di Simeone (kart 20) e Lanticina (kart 6). L’impatto è di tipo laterale/posteriore. (REG. ART 7.1 sezione GARA punto 3)

PENALITA’ DIVISIONE 2
- Giordano Bacchi (kart 16): +5 secondi penalità – sorpasso irregolare su Milanesi (kart 11) nel corso del giro 10. La spinta è di tipo laterale/posteriore con kart non affiancati per almeno il 50%. (REG. ART 7.1 sezione GARA punto 3)

- Paolo Pozzoli (kart 7): +15 secondi penalità – sorpassi irregolari su Arini (kart 12), Milanesi (kart 11) e Bacchi (kart 16), rispettivamente nel corso del giro 7, 12 e 20. Tutte le azioni di sorpasso sono state propiziate da un’azione di spinta in fase di frenata o in uscita di curva. (REG. ART 7.1 sezione GARA punto 3)

PENALITA’ DIVISIONE 3
- Federico Baldazzi (kart 15): +5 secondi penalità – Sorpasso irregolare nel corso del giro 7 ai danni di Cioni (kart 16). Il sorpasso è propiziato da azioni di spinta laterali/posteriori. (REG. ART 7.1 sezione GARA punto 3)

- Paolo Poli (kart 10): +5 secondi penalità - Sorpasso irregolare nel corso del giro 8 ai danni di Coppola (kart 3). Il sorpasso è propiziato da azioni di spinta laterali/posteriori. (REG. ART 7.1 sezione GARA punto 3)

- Marco Di Candia (kart 4): +5 secondi penalità - Sorpasso irregolare nel corso del giro 23 ai danni di Pippa (kart 14). Il sorpasso è propiziato da azioni di spinta laterali/posteriori. (REG. ART 7.1 sezione GARA punto 3)

- Fabio Coppola (kart 3): +10 secondi penalità – Sorpasso irregolare nei confronti di Poli (kart 10). Quest’ultimo perde ulteriormente tempo e posizioni in quanto il contatto subito lo ha costretto in testacoda e contro le barriere di protezione.

- Lorenzo Pippa (kart 14): +20 secondi penalità – Tre situazioni hanno portato l’ammontare della penalità a 20 secondi, il sorpasso di Pippa su Di Candia (kart 4) nel corso del giro 8, propiziato da spinta posteriore/laterale. Il sorpasso di Pippa si Zacco (kart 20) nel corso del giro 10, propiziato da spinta posterirore/laterale. (REG. ART 7.1 sezione GARA punto 3). Infine la manovra considerata pericolosa data la vicinanza di kart a seguito e per gli operatori in pista avvenuta all’ultimo giro sul rettifilo del traguardo durante la procedura d’arrivo. Il repentino cambio di traiettoria è stato considerato altamente pericoloso. (REG. ART 7.1 sezione GARA punto 5).

PENALITA’ DIVISIONE 4
- Simone Tafuri (kart 20): +5 secondi penalità – In fase di partenza, alla prima chiocciola, Tafuri sorpassa irregolarmente Cassani (kart 14) mediante spinta laterale/posteriore. Cassani perde inoltre 2 posizioni. (REG. ART 7.1 sezione GARA punto 3)


Risultati qualifiche

Batteria 1
Pilota Kart Best time
Garabini Matteo 16 36.820
Poli Paolo 14 37.780
Cioni Lorenzo 11 37.822
Cassani Luca 4 38.618
Tafuri Simone 20 38.635
Nava Michele 6 38.806
Divano Samuele 15 38.923
Roli Francesco 19 39.400
Tricarico Marco 17 39.686
Paracchini Rocco 10 39.978
Barone Massimiliano 3 42.210
Arcando Alessio 7 42.275
Batteria 2
Pilota Kart Best time
Bertoldi Maurizio 10 36.525
Baroncini Pietro 16 36.780
Bloise Gabriele 3 36.988
Pozzoli Paolo 4 37.354
Di Candia Marco 20 37.408
Pippa Lorenzo 19 37.420
Zacco Davide 17 37.505
Bovio Andrea 15 37.914
Baldazzi Federico 6 38.003
Radice Lorenzo 14 38.180
Orsenigo Bruno 11 38.238
Celedi Giovanni 18 41.659
Batteria 3
Pilota Kart Best time
Castelletti Mattia 20 36.700
Grimaldi Milo 10 36.868
Cazzolli Roberto 6 36.899
Bartalena Matteo 14 37.052
Bacchi Giordano 16 37.169
Milanesi Michele 3 37.172
Perego Dino 17 37.180
Arini Riccardo 4 37.306
Guerciotti Luca 7 37.576
Andreis Luca 15 37.670
Coppola Fabio 11 37.755
Russo Federico 19 38.410
Batteria 4
Pilota Kart Best time
Dominutti Alessandro 14 36.428
Termine Marco 20 36.481
Simeone Cosimo 6 36.512
Lanticina Roberto 4 36.550
Galbiati Emiliano 17 36.575
Napoletano Giuseppe 10 36.673
Solvi Mattia 16 36.701
Imposti Massimo 3 36.731
Corbellini Fabio 15 36.754
Colombo Thomas 11 36.853
Illuzzi Tiziano 19 36.968


Risultati gare

Gara 1
Pos. Pilota Part. Arr. Kart T.tot gara Distacco Best time Vel. media Punti Info

Dominutti Alessandro
4 16:30.814 - 36.516 42.29
Km/h
Gara 40
Pole 2
Totale 42

Termine Marco
14 16:41.734 00:10.920 36.640 41.83
Km/h
Gara 36
Totale 36

Lanticina Roberto
6 16:42.594 00:11.780 36.456 41.80
Km/h
Gara 33
Totale 33

Galbiati Emiliano
3 16:38.114 00:07.300 36.439 41.98
Km/h
Gara 30
Best lap 1
Totale 31

Imposti Massimo
10º 15 16:43.295 00:12.480 36.523 41.77
Km/h
Gara 29
Totale 29

Baroncini Pietro
12º 7 16:44.255 00:13.441 36.706 41.73
Km/h
Gara 28
Totale 28

Corbellini Fabio
11º 19 16:44.494 00:13.680 36.613 41.72
Km/h
Gara 28
Totale 28

Castelletti Mattia
16 16:42.854 00:12.040 36.486 41.78
Km/h
Gara 27
Totale 27

Simeone Cosimo
20 16:44.875 00:14.061 36.481 41.70
Km/h
Gara 26
Totale 26
10º
Napoletano Giuseppe
10º 10 16:39.914 00:09.100 36.525 41.91
Km/h
Gara 25
Totale 25
11º
Bertoldi Maurizio
11º 17 16:42.155 00:11.341 36.507 41.81
Km/h
Gara 23
Totale 23
12º
Solvi Mattia
12º 11 16:49.476 00:18.662 36.771 41.51
Km/h
Gara 24
Totale 24


Gara 2
Pos. Pilota Part. Arr. Kart T.tot gara Distacco Best time Vel. media Punti Info

Garabini Matteo
13º 13º 4 16:37.773 - 36.708 47.25
Km/h
Gara 21
Totale 21

Colombo Thomas
14º 14º 14 16:42.613 00:04.840 36.698 47.02
Km/h
Gara 23
Totale 23

Grimaldi Milo
15º 15º 20 16:42.853 00:05.079 36.741 47.01
Km/h
Gara 22
Totale 22

Cazzolli Roberto
16º 16º 17 16:43.274 00:05.500 36.581 46.99
Km/h
Gara 21
Totale 21

Bartalena Matteo
19º 17º 10 16:45.854 00:08.081 36.876 46.87
Km/h
Gara 20
Totale 20

Illuzzi Tiziano
17º 18º 6 16:47.074 00:09.300 36.803 46.81
Km/h
Gara 19
Totale 19

Bloise Gabriele
18º 19º 3 16:47.494 00:09.721 36.805 46.79
Km/h
Gara 18
Totale 18

Perego Dino
22º 20º 15 16:50.675 00:12.901 36.903 46.64
Km/h
Gara 17
Totale 17

Bacchi Giordano
20º 21º 16 16:57.296 00:19.523 36.999 46.34
Km/h
Gara 16
Totale 16
10º
Pozzoli Paolo
24º 22º 7 16:55.716 00:17.942 37.021 46.41
Km/h
Gara 15
Totale 15
11º
Milanesi Michele
21º 23º 11 17:12.137 00:34.363 37.047 45.67
Km/h
Gara 14
Totale 14
12º
Arini Riccardo
23º 24º 19 17:12.956 00:35.182 37.154 45.64
Km/h
Gara 13
Totale 13


Gara 3
Pos. Pilota Part. Arr. Kart T.tot gara Distacco Best time Vel. media Punti Info

Zacco Davide
27º 25º 20 16:55.753 - 36.879 46.41
Km/h
Gara 12
Totale 12

Guerciotti Luca
28º 26º 17 17:05.694 00:09.940 37.228 45.96
Km/h
Gara 11
Totale 11

Cioni Lorenzo
32º 27º 16 17:07.474 00:11.720 37.269 45.88
Km/h
Gara 7
Totale 7

Andreis Luca
29º 28º 6 17:07.974 00:12.220 37.265 45.86
Km/h
Gara 10
Totale 10

Di Candia Marco
25º 29º 4 17:04.054 00:08.301 37.237 46.03
Km/h
Gara 9
Totale 9

Radice Lorenzo
35º 30º 19 17:15.095 00:19.341 37.446 45.54
Km/h
Gara 8
Totale 8

Bovio Andrea
33º 31º 11 17:17.195 00:21.441 37.379 45.45
Km/h
Gara 3
Totale 3

Baldazzi Federico
34º 32º 15 17:12.294 00:16.541 37.504 45.67
Km/h
Gara 7
Totale 7

Orsenigo Bruno
36º 33º 7 17:20.458 00:24.705 37.490 45.31
Km/h
Gara 1
Totale 1
10º
Coppola Fabio
30º 34º 3 17:10.954 00:15.200 37.379 45.73
Km/h
Gara 6
Totale 6
11º
Pippa Lorenzo
26º 35º 14 17:05.335 00:09.581 37.231 45.98
Km/h
Totale 0
12º
Poli Paolo
31º 36º 10 17:26.156 00:30.402 36.903 45.06
Km/h
Totale 0


Gara 4
Pos. Pilota Part. Arr. Kart T.tot gara Distacco Best time Vel. media Punti Info

Russo Federico
37º 37º 4 17:26.939 - 38.163 45.03
Km/h
Gara 5
Totale 5

Cassani Luca
38º 38º 14 17:30.939 00:04. 38.057 44.86
Km/h
Totale 0

Tafuri Simone
39º 39º 20 17:27.559 00:00.619 37.523 45.00
Km/h
Totale 0

Nava Michele
40º 40º 17 17:37.402 00:10.462 38.263 44.58
Km/h
Totale 0

Divano Samuele
41º 41º 6 17:51.182 00:24.242 38.372 44.01
Km/h
Totale 0

Roli Francesco
42º 42º 3 17:52.401 00:25.461 38.511 43.96
Km/h
Totale 0

Tricarico Marco
43º 43º 10 18:04.843 00:37.904 38.606 43.46
Km/h
Totale 0

Barone Massimiliano
46º 44º 11 18:08.502 +1 giro 39.887 41.71
Km/h
Totale 0

Paracchini Rocco
44º 45º 16 17:29.058 +2 giri 39.439 41.61
Km/h
Totale 0
10º
Arcando Alessio
47º 46º 15 18:07.303 +2 giri 41.313 40.15
Km/h
Totale 0
11º
Celedi Giovanni
45º 47º 18 17:57.621 +4 giri 41.125 37.27
Km/h
Totale 0


Album foto
GP1 2016 - Gran Premio di Vignate
Apri l'album fotografico completo...


Album video

GP1 2016 - Gran Premio di Vignate

GP1 2016 - Moviola penalità

GP1 2016 - Divisione 1

GP1 2016 - Divisione 2

GP1 2016 - Divisione 3

GP1 2016 - Divisione 4
Apri l'album video completo...


Copyright 2018 - All Rights Reserved - Tutti i diritti sono riservati - KartGP.it - Privacy